Calci. La facciata del Comune si colora di blu per i diritti dell’infanzia

CALCI – Il Comune di Calci aderisce a GoBlue, la Giornata mondiale dell’infanzia e dell’adolescenza promossa da Unicef, illuminando per tre giorni di blu la facciata di Palazzo Civico.

Proprio quest’anno, infatti, ricorrono i trent’anni dall’approvazione da parte dell’assemblea generale delle Nazioni Unite della convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Crc) e, per sensibilizzare maggiormente i cittadini su un tema così delicato, l’ente di Piazza Garibaldi ha deciso di coinvolgerli con un piccolo e semplice contest lanciando l’ hashtag #GoBlueCalci 

“Abbiamo chiesto a bambini, genitori e adulti del paese di scattare una foto alla facciata del Comune corredandola di un pensiero, una riflessione sui diritti inviolabili dei bambini di tutto il mondo – interviene l’assessora alle pari opportunità, Valentina Ricotta -. Un gesto simbolico ma significativo per poter riflettere su diritti quali l’istruzione, la salute, il vivere in un ambiente sano, diritti che, purtroppo, non sono stati ancora aquisiti da molti adolescenti del pianeta”.

Le foto e le riflessioni più belle saranno pubblicate sui canali istituzionali del Comune che “desidera rendere sempre più partecipi e coinvolti i cittadini – conclude Ricotta – a partire da piccole iniziative”. 

La CRC è il trattato sui diritti umani maggiormente ratificato al mondo e in 30 anni è stata determinante nel migliorare la vita di bambini, bambine e adolescenti; ha ispirato i Governi a adottare nuove leggi e stanziare nuovi fondi per aumentare l’accesso dei bambini ai servizi e godere dei propri diritti. La Convenzione è stata ratificata da 196 paesi e l’Italia l’ha recepita nel proprio ordinamento nel 1991.

“Si tratta di una convenzione molto importante perché riconosce espressamente e per la prima volta che anche i bambini, le bambine e gli adolescenti sono titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici, che devono essere promossi e tutelati da parte di tutti – conclude il sindaco  Massimiliano Ghimenti –   Per questo, come richiesto da Unicef, vogliamo ricordare in maniera simbolica l’importanza di questo documento coinvolgendo con un piccolo, immediato contest i nostri cittadini. La nostra amministrazione è da sempre molto attenta e sensibile alle politiche inclusive, specie quando si tratta della vita delle persone più fragili, quali appunto i bambini”. 

By