Brescia – Pisa 1-1. I nerazzurri soffrono ma portano via un punto dal Rigamonti

BRESCIA – Il Pisa porta via un punto (1-1) dal Rigamonti e mantiene l’imbattibilita nel 2017. Vantaggio di Mannini, poi Caracciolo pareggia. Nella ripresa i nerazzurri soffrono e mantengono un pari importante su un campo difficile.

di Antonio Tognoli

PRE MATCH. Mister Brocchi torna alla difesa a quattro e deve rinunciare a Dell’Oglio, Somma, Bisoli, Torregrossa e Lancini, ma ritrova Coly che torna dalla squalifica, Pinzi e Blanchard. Le “Rondinelle” si schierano con un 4-3-1-2. Ndoj viene preferito a Sbrissa, mentre tra i pali Arcari ha la meglio su Minelli. Il Pisa invece non può disporre di Polverini, Lisuzzo, Varela, Tabanelli e dello squalificato Verna. Il tecnico Calabrese schiera dal primo minuto Peralta e lascia inizialmente in panchina Golubovic.

IL PRIMO TEMPO. Le due squadre scendono in campo con la seconda maglia: Pisa incasacca rossa, Brescia in maglia bianca. Nemmeno due minuti di gara che Longhi è costretto a fermare in angolo Bonazzoli. Insiste il Brescia nei primissimi minuti di gara con un cross dalla tre quarti di Untersee, che però Martinelli non riesce ad arpionare nei pressi dell’area piccola nerazzurra. Al 4′ arriva la risposta del Pisa con un cross rasoterra di Mannini che trova Masucci in area ma il suo tocco è debole e termin asul fondo. Al 15′ sugli sviluppi di un calcio di punizione di Bonazzoli respinto dalla difesa nerazzurra, Crociata dal limite prova il destro dai venti metri ma la palla termina ampiamente sul fondo. Al 17′ è però il Pisa ad avere la prima grande occasione del match. Cross DI Masucci che trova Manaj al centro dell’area, ma la sua volée è deviata splendidamente in angolo da Arcari. Grande risposta dell’estremo difensore bresciano dopo le incertezze a Perugia. Al 19′ momento importante della partita. Gatto viene atterrato in area. Illuzzi assegna il rigore tra le proteste bresciane. Dal dischetto va Mannini. Il capitano fischiatissimo dal suo ex pubblico trasforma spiazzando Arcari con un destro preciso e potente. Il Brescia accusa il colpo. Al 22′ Ujkani è costretto all’uscita a terra su Crociata sulla spiazzata di testa di Caracciolo. Al 30′ però le Rondinelle giungono al pareggio: cross di Crociata e Caracciolo anticipa tutti sotto misura e mette alle spalle di Ujkani. Parità ristabilita. Nell’azione si infortuna Landre costretto ad abbandonare il campo in luogo di Del Fabro, che nonostante le non perfette condizioni fisiche e la fasciatura alla coscia entra sul terreno di gioco del Rigamonti. Il Pisa però non si scompone dopo il pari e anzi al 33′ ha l’occasione di tornare in vantaggio: Gatto dalla sinistra opera un traversone che trova Manaj in area di rigore. L’albanese riesce a girarsi, ma il suo destro termina alto. Il Brescia nel finale di prima frazione opera una buona pressione mettendo in difficoltà i nerazzurri. Masucci rimedia UN ammonizione che lo costringerà a saltare il Frosinone tra sette giorni. Prima del riposo, l’arbitro concede tre minuti di recupero, un paio di mischie in area nerazzurra, conseguenti da due angoli che però non hanno esito e un tiro di Crociata (47′) che Ujkani blocca a terra nonostante una deviazione di un difensore nerazzurro.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa non ci sono cambi nei due schieramenti. Nei primi minuti UN occasione per parte: al 5′ ci prova Caracciolo dal limite con il destro, palla sul fondo. Il Pisa risponde all’8′ con un sinistro di Gatto da buona posizione proprio all’interno dell’area bresciana, ma il suo sinistro termina tra le braccia di Arcari che blocca a terra una conclusione assai debole. Al 13′ primo cambio nel Pisa: fuori proprio Gatto, entra sul terreno di gioco Golubovic. Al 15′ Mannini effettua un tiro cross, la palla si abbassa improvvisamente e Arcari è costretto alla deviazione in corner. Al 18′ Ndoj finisce sul taccuino di Illuzzi. Al 19′ Ujkani è costretto alla deviazione in corner su conclusione di Ndoj. Dal corner arriva il colpo di testa di Caracciolo che termina di un soffio a lato. Nel Pisa Cani rileva Manaj, mentre Brocchi richiama Ndoj e fa fare il suo ingresso in campo a Sbrissa. Molti gli errori da una parte e dall’altra. Il Pisa ci crede e va spesso con Peralta a proporre un azione offensiva, ma al momento dell’ultimo passaggio i nerazzurri non sono precisi. Al 28′ Brocchi richiama anche Ndoj, dentro Mauri, poi fa entrare in campo Camara al posto di Bonazzoli. Il Brescia ha l’occasione di passare in vantaggio. Cross da destra sul quale si avventa Caracciolo, ma commettendo fallo su Crescenzi. Coly (37′) prova L’assolo sulla sinistra, il terzino di Brocchi si accentra, fa partire il destro murato da Golubovic. Al 43′ Cani si fa ammonire e anche lui in diffida salterà il Frosinone. Il Brescia attacca e chiude il Pisa nella propria area. Calabresi (45′) ci prova con il destro dal limite, ma la palla termina alta. Sono cinque i minuti di recupero. Dalla distanza ci prova ancora il Brescia con Camara, palla ancora alta. Nel recupero Ujkani e Di Tacchio salvano il Pisa spazzando l’area di rigore.

BRESCIA – PISA 1-1

BRESCIA (4-3-1-2): 1 Arcari; 2 Untersee, 17 Calabresi, 6 Blanchard, 4 Coly; 20 Ndoj (67′ 33 Sbrissa), 3 Pinzi, 28 Martinelli; 14 Crociata (72′ 23 Mauri), 21 Bonazzoli (81′ 7 Camara) 9 Caracciolo. A disp. 15 Minnelli, 16 Prce, 31 Fontanesi, 19 Romagna, 14 Crociata, 18 Ferrante, 29 Modic, 27 Vassallo. All. Brocchi.

PISA (4-4-2): 1 Ujkani; 14 Landre (31′ 15 Del Fabro), 13 Crescenzi, 3 Longhi; 7 Mannini; 28 Gatto (58′ 24 Golubovic) 6 Di Tacchio, 20 Peralta, 18 Angiulli; 11 Manaj (66′ 9 Cani) 38 Masucci. A disp 22 Cardelli,  14 Birindelli S., 19 Lazzari, 23 Zonta, 26 Favale, 36 Zammarini. All. Rino Gattuso.

ARBiTRO: Lorenzo Illuzzi della sezione di Molfetta (Bindoni di Venezia e Grossi di Frosinone). Quarto Uomo Zufferli di Udine.

RETI: 20′ Mannini (rig.), 30′ Caracciolo (B)

NOTE: giornata non fredda, ma grigia, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Caracciolo (B), Masucci (P), Ndoj (B), Cani (P), Peralta (P). Angoli 9-2. Rec pt 3′, st 5′. Oltre 200 i tifosi Pisani presenti a Brescia.

By