Attenzione, tra sabato e domenica torna l’ora legale. Lancette avanti di un’ora

PISA – Nella notte tra sabato 29 e domenica 30 marzo torna l’ora legale: sposteremo le lancette avanti di un’ora. Dormiremo un’ora di meno ma farà buio più tardi.

Un po’ di storia: nel 1784, Benjamin Franklin pubblicò l’idea sul quotidiano francese Journal de Paris sotto consiglio del collega inventore francese Jacques Légal. Le riflessioni di Franklin si basavano sul principio di risparmiare energia ma non trovarono seguito
In Italia l’ora legale è stata adottata per la prima volta nel 1916, durante la Prima Guerra Mondiale, e fu applicata nelle estati successive fino al 1920. Tra il 1940 e il 1948 fu abolita e ripristinata diverse volte a causa della Seconda guerra mondiale.

Dal 14 giugno del 1940 (4 giorni dopo l’entrata in guerra dell’Italia) essa rimase ininterrottamente in vigore sino al 2 novembre 1942, e fu poi replicata (nel 1944, in verità, solo nel territorio della Repubblica Sociale Italiana) per gli anni seguenti fino al 1948.

Quasi dimenticata, l’ora legale tornò in vigore diciotto anni dopo, nel 1966, durava quattro mesi, dalla fine di maggio alla fine di settembre; tale durata venne estesa a sei mesi nel 1981, iniziando l’ultima domenica di marzo e terminando l’ultima di settembre. Un ulteriore prolungamento di un mese è stato introdotto nel 1996, insieme al resto dell’Europa: l’inizio rimane fissato all’ultima domenica di marzo mentre la fine è spostata all’ultima domenica di ottobre.

20140328-172114.jpg

By