Arresti e denunce, per i Carabinieri di Pisa molto lavoro nel week-end

PISA – Carabinieri di Pisa impegnatissimi nel fine settimana per far fronte alle smodatezze della movida pisana, tra persone alla guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto congiunto di sostanze alcoliche e stupefacenti.

Nel complesso l’attività di controllo ha portato alla denuncia in stato di libertà di S.A, classe 59, T.A., classe 71, T.M., classe 79, A.P., classe 75 e D.I., cittadino rumeno, classe 73, tutti sorpresi alla guida in evidente stato di ubriachezza o sotto il palese effetto di sostanze stupefacenti. Un’attività di contrasto che ha permesso di evitare gravi incidenti alla circolazione stradale, poiché gli stessi non erano minimamente in grado di condurre in sicurezza i propri autoveicoli. Un altro cittadino rumeno, D.G., classe 75, non ha avuto nemmeno bisogno di essere fermato dalla pattuglia: i Carabinieri, fermi sulla SS 1 Aurelia, hanno notato sopraggiungere il motoveicolo e letteralmente afferrato il rumeno dal motorino prima che cadesse a terra, completamente ubriaco. Sempre i militari dell’Aliquota Radiomobile sono intervenuti, unitamente ai Carabinieri della Stazione di Pisa Porta a Mare e Pisa in piazza delle Vettovaglie, dove diverse persone avevano segnalato un magrebino in evidente stato di ubriachezza che infastidiva le persone lanciando delle bottiglie: dopo non poca difficoltà, cercando di intervenire in sicurezza per scongiurare ferimenti, i militari lo hanno fatto salire a bordo di un autoambulanza e denunciato per ubriachezza molesta. Un altro cittadino rumeno, in pieno centro e incurante della presenza di numerose altre persone, sempre in completo stato di ubriachezza è stato sorpreso da una pattuglia mentre orinava dinanzi a tutti gli astanti tra l’incredulità e la perplessità degli stessi. L’uomo, fatto anch’egli trasportare al pronto soccorso, è stato denunciato per ubriachezza e atti contrari alla pubblica decenza. L’episodio più grave, invece, si è registrato nella notte di sabato su domenica a Tirrenia, su viale del Tirreno. Nella circostanza, una pattuglia della Stazione di Marina di Pisa, da poco ripresa la marcia dopo aver effettuato un posto di controllo, si è accorta che una persona, procedendo a piedi verso l’auto, sbracciando cercava di attirare l’attenzione dell’equipaggio. Prontamente la pattuglia lo ha avvicinato e appena ferma, proditoriamente e senza alcun motivo, l’uomo, successivamente identificato in (K.J. classe 1973), tunisino, pregiudicato e clandestino, si è scagliato sul mezzo militare colpendolo con calci e pugni. Compresa la gravità della situazione e la pericolosità del soggetto, l’equipaggio ha richiesto l’intervento di altre pattuglie di rinforzo. Appena giunte, i militari, nel vano tentativo di riportare alla calma l’extracomunitario, sono stati aggrediti dall’uomo che ha cercato di colpire con calci e pugni i Carabinieri. Nel corso della colluttazione, terminata comunque con il fermo del soggetto, un militare è stato ferito riportando la frattura di una falange. Il tunisino, condotto al Pronto Soccorso, al termine degli esami è risultato sotto l’effetto di sostanze alcooliche e stupefacenti e tenuto in osservazione nel Reparto di Psichiatria fino alla mattinata di domenica, per poi essere associato alla locale Casa Circondariale poiché dichiarato in arresto per resistenza, violenza e lesioni a P.U. e danneggiamento. Infine, nel corso dei controlli notturni nei pressi dei campi nomadi, un macedone è stato denunciato per possesso di oggetti atti ad offendere, poiché trovato a bordo del proprio veicolo con un coltello della lunghezza di 20cm per il quale non ha fornito valide giustificazioni circa il possesso. Nel corso del servizio sono state identificate 253 persone di cui 6 verranno segnalate alla prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti: per loro scatteranno sanzioni amministrative quali la sospensione della patente.

Fonte: Comando Provinciale Carabinieri Pisa

20140317-183941.jpg

By