Pisa-Tianjin 3-2. Peralta firma la vittoria contro il team di Cannavaro

PISA – Il Pisa supera (3-2) il Tianjin, squadra cinese allenata da Fabio Cannavaro, nel l’allenamento  congiunto disputato questo pomeriggio all’Arena. Doppio vantaggio cinese ribaltato nella ripresa dalle reti di Masucci, Mannini e Peralta.

di Antonio Tognoli

Guarda i video sulla nostra pagina Facebook 

La formazione ha tra le sue fila giocatori del calibro di Alexandre Pato in campo con la maglia numero 26 e Alex Witsel, che indossa la maglia numero 10. Il Pisa si schierano con un iniziale 4-3-1-2. Lazzari gioca alle spalle delle due punte: Edgar Cani e Mattia Giani giovanissimo classe 98 prelevato nel mercato di gennaio dall’Empoli. In difesa davanti a Cardelli ci sono Crescenzi e Longhi nella verse di centrale. Completano il pacchetto arretrato Golubovic e Birindelli. A centrocampo spazio a Loris Zonta sul centro destra e Zammarini sul centro sinistra. In mezzo c’è Luca Verna. In tribuna d’onore c’è  l’ex tecnico di Milan e Inter Alberto Zaccheroni.

La formazione di Cannavaro va in vantaggio dopo 52″ con il numero undici Geuvanio che raccoglie una disattenzione della difesa e infila Cardelli con un sinistro che tocca il palo prima di terminare in rete dalla parte opposta, dopo aver attraversato la riga di porta. Il Pisa risponde al 5′ con una conclusione di Zammarini, respinta con il corpo da un difensore in maglia rossa. Al 12′ ci prova dal limite dell’area Edgar Cani, ma il suo sinistro termina alto. Il Pisa fraseggia molto bene facendo vedere anche buoni sprazzi di gioco. Buone le prestazioni di Cani, Zammarini e del nuovo arrivato Loris Zonta. Al 30′ ci prova anche il giovane Giani dai sedici metri, ma il giovane attaccante arriva alla conclusione con il corpo troppo all’indietro e la sfera termina alta. Al 36′ arriva il raddoppio della formazione cinese. A realizzarlo è con un diagonale di destro Alexandre Pato, che batte Cardelli nell’angolo opposto a quello di tiro, dopo il servizio di Geuvânio. Il Pisa reagisce e al 37′ Cani salta anche il portiere, in maglia verde, mette in mezzo laddove Giani colpisce debolmente di testa cosicché un difensore della formazione di mister Cannavaro salva in scivolata in angolo. Prima del riposo il Pisa beneficia di un calcio di rigore: cross dalla destra del gigante albanese che viene intercettato con un braccio da un difensore in maglia rossa. Cani però dal dischetto si fa parare la conclusione dall’estremo difensore del Tianjin. Si va al riposo con i cinesi in vantaggio per 2-0.

Ad inizio ripresa nel Pisa ci sono tre cambi: dentro Favale, Gatto e Peralta in luogo di Lazzari, Golubovic e Giani. Nerazzurri schierati con il 4-2-3-1 con Cardelli in porta Birindelli, Crescenzi, Verna e Longhi a formare la linea difensiva. Zonta trasferito nella zona dove abitualmente gioca Verna. Gatto si sistema a sinistra, mentre Peralta gioca un passo indietro rispetto a Cani. Al 6′ il portiere cinese smanaccia un tiro cross di Gatto. Al quarto d’ora Gattuso cambia tutto il Pisa dentro Landre, Di Tacchio, Angiulli, Masucci, Manaj ed il giovane portiere Giacobbe. Fuori Zammarini, Longhi, Crescenzi, Zonta, Cani e appunto Cardelli. Al 20′ ci prova Manaj ma il suo calcio di punizione si infrange sulla barriera, poi Angiulli dal limite calcina altissimo. Il Pisa preme sull’accelleratire alla ricerca del gol. Dentro anche Mannini (22′) in luogo di Birindelli. Al 32′ palla gol ancora per il Pisa ma Manaj servito da Masucci calcia ancora addosso al portiere cinese in uscita. Il punto del due a uno arriva al trentacinquesimo, palla sul destro di Manaj da fuori area palla sulla traversa, ma questa volta Masucci di testa trova il tap in vincente: 1-2. Il Pisa a questo punto vuole il pareggio. Ci prova subito Manaj prima al 37′ quando è protagonista di una sgroppata di quaranta metri palla al piede, con il suo destro che però termina di un soffio sul fondo e poi al 41′ quando con una girata impegna ancora l’estremo difensore cinese che respinge la conclusione dell’attaccante albanese. Il 2-2 arriva all’89’ con una punizione di Daniele Mannini calciata dalla su al mattonella preferita, che scavalca la barriera e termina in rete. Nel recupero un calcio d’inizio punizione rasoterra di Peralta regala il successo al Pisa.

PISA – TIANJIN 3-2

PISA  22 Cardelli; 24 Golubovic, 13 Crescenzi, 3 Longhi, 14 Birindelli; 23 Zonta, 8 Verna, 36 Zammarini; 19 Lazzari; 9 Cani, 37 Giani. 1 Ujkani, 12 Giacobbe, 6 Di Tacchio 7, Mannini, 11 Manay, 16 Micchi, 18 Angiulli, 20 Peralta, 26 Favale, 28 Gatto, 29 Grandoni, 34 Landre, 38 Masucci) All. Rino Gattuso.

TIANJIN: Lu Zhang; Liu Sheng, Liu , Yang Shan Ping, Mi Yao Lin; Zhao Xu Ri, Diego; Geuvanio, Witsel, Wang Xiao; Pato. A disp. Liu, Whud, Kiky, Son Ku, Dalon, Kong, Zhao, Spadino . All. Fabio Cannavaro

RETI: 52″ Geuvânio, 36′ Pato, 80′ Masucci, 89′ Mannini, 93′ Peralta

ARBITRO: Massimiliano Di Coscio della sezione Uisp di Pisa (Ass. Fiumicelli e Scaramuzzino)

By