Alberi e sicurezza, al via la rimozione di 11 pini pericolanti

PISA – Proseguono gli interventi per la sicurezza del verde pubblico. Dopo la ripiantumazione di 32 nuovi tigli sulle Piagge, gli operai di Euroambiente, la ditta che cura il global service del verde del Comune di Pisa, interverranno da domani, giovedì 2 marzo, a Porta a Lucca in via Rindi e in via Luigi Bianchi per rimuovere 11 pini pericolanti.

Si tratta di piante a rischio come risultato dall’approfondita analisi condotta dal Comune insieme all’Università di Pisa. I pini, piantati 50-60 anni fa, hanno radici superficiali, perciò sono poco adatti a stare ai bordi delle strade in quanto le radici danneggiano l’asfalto. Né esse possono essere tagliate, perché altrimenti l’albero sarebbe in pericolo di crollo. Per crescere sani avrebbero bisogno di uno spazio di 126 metri quadrati liberi intorno, cosa impossibile quando sono piantati a pochi metri di distanza l’uno dall’altro e lungo una strada. Su queste due strade sarà redatto un progetto di riqualificazione comprendente la sostituzione di essenze più consone e la riasfaltatura, come fatto in via del Marmigliaio.

Interventi del verde nel quartiere – Tre mesi fa la realizzazione, sempre a Porta a Lucca in via Falcone, di un nuovo bosco urbano nel quale sono stati piantati recentemente 300 nuovi alberi

I lavori sono condotti nell’ambito del Masterplan del Verde, realizzato insieme all’Università di Pisa, che ha permesso l’analisi di tutte le 15mila piante di competenza del Comune e il monitoraggio una ad una dello stato di salute. L’obiettivo del Masterplan del Comune di Pisa per il 2025: 21.500 alberi e 150 ettari di parchi urbani (attualmente gli ettari sono 100)

By