Al Bastione San Gallo si parla con Realacci dell’istituzione di un albo per le manifestazioni storiche

PISA – Il deputato, ormai pisano acquisito, Ermete Realacci è il primo firmatario di una proposta di legge che chiede l’istituzione di un albo per le manifestazioni storiche. Un progetto che, nell’ambito dei festeggiamenti del Capodanno Pisano, sarà al centro della giornata di lunedì 24 marzo: se ne discuterà al Bastione Sangallo del Giardino Scotto in un convegno di rilievo nazionale.

«Questo genere di manifestazioni – spiega Realacci – costituisce un valido strumento per la valorizzazione e la conservazione del vasto patrimonio storico-culturale dell’Italia. Inoltre i giochi e le rievocazioni storiche favoriscono, all’interno delle collettività in cui sono inseriti, un forte spirito di aggregazione e offrono uno spettacolo che, oltre al piacere ludico, è un reale mezzo di promozione culturale e turistica. Nei prossimi giorni comincerà la discussione della proposta nella commissione cultura della Camera ». Tre gli obiettivi: la creazione di un albo che serve a scegliere le manifestazioni significative escludendo quelle fasulle, fare promozione turistica e ed eventualmente attrarre finanziamenti, e defiscalizzare.

ermete realacci

«Non a caso la legge parte da Pisa, città le cui manifestazioni storiche negli ultimi anni, dal Capodanno Pisano alla Luminara fino al Gioco del Ponte solo per citare le più famose, hanno avuto un grande sviluppo» commenta l’assessore alle manifestazioni storiche del Comune di Pisa Federico Eligi. Sviluppo legato anche alla promozione turistica: sempre lunedì 24 marzo, infatti, a Palazzo dei Dodici si tiene il Meeting Nazionale delle Guide Turistiche Federagit Confesercenti

By