“Affidiamoci”: Incontro aperto per sensibilizzare e informare sul progetto di affidamento minori

PISA – Mercoledì 15 aprile dalle 17.30 alle 19.00 la Società della Salute organizza presso la sede della Circoscrizione 5 in Largo Petrarca un incontro di sensibilizzazione e di informazione sugli affidi, che si aprono anche a famiglie straniere. Saranno presenti Sandra Capuzzi Assessora Politiche Sociali Comune di Pisa e Presidente Società della Salute Zona Pisana, Giuseppe Cecchi Direttore Società della Salute Zona Pisana, Maria Atzeni Resp. U.O Assistenza Sociale Zona Pisana.

scuola

Cos’è l’affido. «È un intervento temporaneo di aiuto e di sostegno ad un minore proveniente da una famiglia che al momento non può occuparsi delle sue necessità» spiega il direttore della Società della Salute Giuseppe Cecchi. La famiglia affidataria si impegna ad assicurare al bambino un’adeguata risposta ai suoi bisogni affettivi, educativi, di mantenimento ed istruzione nel totale rispetto della sua storia individuale e familiare. L’affido è temporaneo e dura il tempo concordato con i genitori del bambino e i servizi. L’esperienza di affido può essere a tempo pieno o part – time (alcune ore al giorno, alcuni giorni della settimana, vacanze estive, eccetera). Si ricorda che le famiglie interessate ad accogliere un bambino per avere informazioni posso anche chiamare lo 050.959545 o scrivere a centroaffidi.pisa@usl5.toscana.it. Il Centro Affidi della Società della Salute Zona Pisana garantisce a chi aiuta un bambino copertura assicurativa e rimborso spese.

«I processi di integrazione sono molto complessi ma il primo obiettivo è rendere le comunità integrate con il sistema. – commenta Sandra Capuzzi – Il progetto serto permette ai bambini di superare le difficoltà e quindi integrarsi senza perdere la loro identità culturale. Siamo i primi ad attivarlo e questo grazie alle competenze degli operatori che abbiamo nei servizi sociali».

La Società della salute zona Pisana ha aderito come partner al Progetto FEI ” SERTO: SERvizi TOscani per una società aperta e solidale” finanziato dal Fondo Europeo per l’ Integrazione di Cittadini di Paesi Terzi 2007-2013, che ha come Soggetto Capofila la Regione Toscana. Gli altri partner del progetto sono: ANCI Toscana, Comune di Prato, Comune di Arezzo. Nell’ambito del Progetto Società della Salute Pisana promuove la realizzazione di azioni sperimentali e di formazione finalizzate a: migliorare l’accesso ai servizi socio-sanitari dei cittadini stranieri attraverso una maggiore informazione per aumentare l’accesso agli stessi e il loro miglior utilizzo, sperimentando anche modalità e strumenti di comunicazione innovativi. Promuovere la cultura dell’affidamento familiare nelle comunità di riferimento dei cittadini stranieri. Nell’ambito dell’azione di promozione dell’affidamento familiare omoculturale o tra culture affini è stato organizzato un percorso formativo ed una campagna di sensibilizzazione sull’affido che prevede anche la realizzazione di incontri di sensibilizzazione sul territorio, oltre alla distribuzione ed affissione di manifesti nei nove Comuni della Zona Pisana.

By