Adozione delle aree verdi, il Consiglio Comunale approva il nuovo disciplinare all’unanimità

PISA – Approvato all’unanimità il nuovo disciplinare che regola l’adozione da parte di soggetti privati di aree destinate a verde pubblico, al fine di mantenere, conservare e migliorare spazi verdi pubblici ed elementi di arredo urbano di proprietà comunale.

“Il regolamento approvato – commentata l’assessore al verde urbano Raffaele Latrofa – consentirà di adottare con un procedimento più semplice e meno burocrazia le aree verdi e l’arredo urbano da parte dei privati. È stata un grande soddisfazione vedere che la delibera è stata approvata all’unanimità, dopo aver recepito alcune modifiche proposte in commissione. Ringrazio tutti i consiglieri per i loro contributi ad integrazione e per averla votata in Consiglio Comunale”.

Grazie a questo nuovo strumento tutti i soggetti interessati, come società private, enti, associazioni, cooperative, ma anche scuole, parrocchie, condomini e gruppi di cittadini potranno contribuire al recupero, alla valorizzazione e alla manutenzione di spazi verdi non utilizzati, giardini pubblici, aree di pertinenza delle scuole, elementi di arredo urbano, rotatorie, spartitraffico, aiuole e fioriere. In cambio dell’allestimento e della manutenzione dell’area, il soggetto affidatario sarà autorizzato alla posa di un cartello divulgativo della propria attività. Le attività autorizzate si svolgeranno a seguito della stipula di un’apposita Convenzione, che disciplina in maniera accurata le modalità di adozione.

“Siamo partiti dal presupposto – spiega Latrofa – che la cura e la diffusione del verde urbano sono un elemento di grande valore per il miglioramento della qualità della vita all’interno della città. Il verde in città rappresenta una componente di primaria importanza dell’ambiente urbano, sia per la sua funzione ecologico-ambientale che per quella estetico-decorativa. In quest’ottica, il disciplinare è stato pensato soprattutto come strumento per coinvolgere la cittadinanza nella cura del decoro urbano, attivando processi di partecipazione e incentivando azioni virtuose di collaborazione tra pubblico e privato, anche in funzione di recuperare spazi verdi inutilizzati, connotandoli con nuove funzioni di tipo sociale ed estetico. Sarà cura dell’Amministrazione diffondere lo strumento delle adozioni tra la cittadinanza, anche come occasione per stimolare e accrescere il senso di appartenenza alla città e al quartiere, il rispetto e l’attenzione al decoro urbano da parte di tutti.”

I soggetti interessati possono presentare domanda di adozione all’Ufficio Verde Arredo Urbano del Comune di Pisa. Le aree verdi adottabili, i moduli di domanda e le modalità sono consultabili sul sito del Comune di Pisa, nella sezione Verde e Arredo Urbano. I richiedenti possono anche proporre l’adozione di aree pubbliche non presenti nella cartografia, rivolgendosi al responsabile del Verde e arredo urbano del Comune.

By