1705 –2015: a Pontasserchio torna la sfida del Gioco del Ponte

PONTASSERCHIO – La “disfida del Gioco del Ponte” di Pontasserchio si terrà il 30 aprile, in piazza del mercato, in una gara che ripropone l’antica sfida tenutasi nel 1705.

image

Nel 1705 i cittadini della Val di Serchio costruirono un proprio ponte e, dopo il corteo per le vie paesane, dettero avvio alla disfida fronteggiandosi in due squadre: I “Risentiti di Vecchializia” e i “Risollevati di Pont’ a Serchio”. A distanza di 300 anni la sfida si rinnova in occasione di Agrifiera.

L’evento è stato presentato a Pontasserchio dal vicesindaco di San Giuliano Terme Franco Marchetti, con Federico Eligi, assessore alle manifestazioni storiche del Comune di Pisa e i rappresentanti del Gioco del Ponte della Magistratura dei Mattaccini.

La manifestazione si aprirà alle 18:00, con il corteo storico, con i costumi del Gioco del Ponte e i tamburini di Pisa e della Banda Sangiulianese. La sfilata partirà dalla Piazza del Teatro Rossini, per poi passare dalla borgata e da via Vecchializia e chiudersi in Piazza Giovanni XXIII. Seguirà, alle 20:30, la sfida al Carrello. La manifestazione si chiuderà con la premiazione e con una cena nella borgata.

“Con questa manifestazione – dicono il sindaco Sergio Di Maio e il vicesindaco Franco Marchetti – abbiamo voluto riproporre un evento realmente accaduto sul nostro territorio, per valorizzarne la storia, le origini e la tradizione. Un ringraziamento va al Comune di Pisa, alla Magistratura dei Mattaccini, ai cittadini di Pontasserchio e alle attività commerciali della borgata, che hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa”.

“Abbiamo accettato con entusiasmo l’idea dell’amministrazione di San Giuliano – sottolinea l’assessore del Comune di Pisa Federico Eligi – che ha ritrovato una pagina importante del Gioco del Ponte. Abbiamo dato un contributo all’organizzazione, ma a sfidarsi saranno ragazzi di Pontasserchio. L’idea è di inserire questo appuntamento nel programma del Gioco del Ponte di Pisa. Ci piacerebbe che San Giuliano fosse protagonista del risveglio delle manifestazioni storiche nella zona del lungomonte”.

You may also like

By