Davide Vagnati Ds della Spal a Pisanews: “Speriamo sia una gara divertente. Promozione ipotecata? Niente affatto”

PISA – Finite le festività di Pasqua, i nerazzurri sono attesi da una gara clou all’Arena Anconetani, contro la capolista Spal, avanti di 8 punti dagli uomini di Mister Gattuso, quindi una partita da prendere con le classiche molle. A tal proposito Pisanews ha voluto sentire com’è il clima in casa estense ed ha contattato una “vecchia” conoscenza della tifoseria pisana: si tratta di Davide Vagnati, attuale Direttore Sportivo dei biancoazzurri, genovese doc, essendo nato nella città della Lanterna l’11 maggio 1978 e come nota di colore tifoso blucerchiato.

di Maurizio Ficeli

Bentornato su Pisanews, Davide: domanda secca, Spal avanti al Pisa di 8 punti: promozione diretta ormai ipotecata?

“Assolutamente no, in quanto nel calcio può sempre accadere di tutto, ti faccio l’esempio dell’Entella Chiavari di qualche anno fa, che era a 7 /8 punti davanti alla Pro Vercelli, poi perse la gara interna contro il Lumezzane per 4 a 3 e vinse il campionato per un punto. Questo per dirti, che non si può assolutamente ipotecare ancora nulla”.

Come si sta preparando l’ambiente ferrarese a questa gara clou dell’Arena?

“La città di Ferrara sta rispondendo presente, dalla tifoseria sono stati letteralmente polverizzati i circa mille biglietti avuti a disposizione, poi ci saranno tifosi spallini anche in tribuna visto che son stati acquistati biglietti anche per quel settore “.

La squadra con quale spirito affronterà questa partita che la vedrà opposta al team di Mister Gattuso?

“La Spal è una squadra con una precisa identità di gioco e scenderà a Pisa per fare la sua partita poi vedremo quale sarà la risposta del campo “.

Come giudichi invece il cammino del Pisa?

“Quello che sta facendo il Pisa è un ottimo campionato, malgrado l’estate turbolenta che ha avuto, poi, però, non voglio assolutamente valutare ciò che fanno gli altri, anche se penso che sicuramente Gattuso ha fatto un bel lavoro e bisogna dargliene grande merito ed, al di là dei singoli ed ottimi elementi che il Pisa possiede, ha fatto un bel lavoro come complesso e questo, ripeto, senza aver fatto il ritiro precampionato e ciò non è cosa da poco. Ma noi abbiamo i nostri giocatori e siamo ampiamente contenti di loro”.

Quindi, Davide, contento per questo imminente traguardo che stai per conquistare come direttore sportivo?

“No, ancora la soddisfazione non l’ho provata, è ancora tutto prematuro, si, certo, son felice del lavoro del tecnico Semplici e dello staff tecnico in generale e non potrebbe essere altrimenti, logicamente. Si, come ambiente siamo felici, ma al tempo stesso siamo consapevoli che bisognerà lottare duramente in una gara come quella dell’Arena dove dovremo dare il massimo”.

Come ti immagini la gara di domenica prossima all’Arena Anconetani?

“Ho avuto la fortuna di giocare sotto la Torre indossando la maglia nerazzurra, quindi conosco l’ambiente e mi immagino una cornice di pubblico da categoria superiore, che vedrà opposte due tifoserie che si rispettano, due squadre con valori importanti in campo, il mio auspicio è quello di una gara divertente, al di là del risultato”.

By