Nuovo caso di Meningococco C in una donna di 58 anni. L’assessore Saccardi: “Vaccinatevi”

PISA – E’ stata confermata oggi, martedì 29 marzo, dal laboratorio di immunologia dell’Azienda universitaria ospedaliera Meyer di Firenze la diagnosi di Meningite da Meningococco di tipo “C” in una donna di 58 anni, residente nel Comune di Santa Croce sull’Arno.

La donna è attualmente ricoverata nei locali di Terapia intensiva dell’ospedale “San Giuseppe” di Empoli. L’unità funzionale di Igiene Pubblica del dipartimento di Prevenzione di Empoli ha immediatamente attivato le procedure per l’inchiesta epidemiologica e per la profilassi, che sono tuttora in corso. La donna, secondo quanto si apprende, è stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva del San Giuseppe: le sue condizioni sarebbero gravi.

L’ASSESSORE SACCARDI: “VACCINATEVI”. “Contro la meningite, il vaccino è l’unica misura di prevenzione veramente efficace, è sicuro e non ha in generale controindicazioni”. I casi di meningite da meningococco C non si arrestano, e l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi rinnova l’appello a vaccinarsi già lanciato in più occasioni. “Tutte le Asl hanno scorte di vaccino sufficienti, e anche i medici di famiglia collaborano e vaccinano i propri pazienti – dice l’assessore – Non è certo possibile, come qualcuno ha proposto, rendere obbligatorio il vaccino per tutti: sarebbe anticostituzionale. Però io mi sento di rivolgere nuovamente l’invito a vaccinarsi, soprattutto ai giovani nella fascia di età 11-20 anni. Anche se i casi recenti riguardano tutti persone di età superiore, la letteratura internazionale dimostra che sono i giovani quelli nei quali la malattia maggiormente si diffonde. E che la mening ite da meningococco C è stata debellata proprio vaccinando a tappeto i giovani. E’ la famosa immunità di gregge: se vaccini le persone più a rischio, metti al sicuro anche gli altri”. Intanto proseguono nelle Asl le indagini avviate dalla Regione: l’indagine epidemiologica sui casi che si sono verificati finora; e i tamponi faringei per la ricerca dei portatori, sulle persone che si presentano a vaccinarsi negli ambulatori Asl nelle due aree di Firenze ed Empoli (dove si sono verificati la maggior parte dei casi) e, come controllo, nelle due aree di Grosseto e Siena (dove non si sono verificati casi).

By