Elezioni amministrative, il 5 e il 12 Giugno le date possibili

PISA – Sono 1.311 le città che in tarda primavera andranno al voto per la tornata amministrativa che chiude la legislatura iniziata nel 2011, a cui si aggiungono anche quelle – numerose – nel frattempo sono state commissariate.

Al voto andranno 7 capoluoghi di regione (Bologna, Cagliari, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste) e 26 comuni capoluogo di provincia. Tuttavia non è ancora stata ufficializzata la data, che secondo la legge dovrebbe essere fissata tra il 15 aprile e il 15 giugno, anche se il giorno più probabile dovrebbe essere domenica 12 giugno, che però secondo alcuni avrebbe il ‘difetto’ di spostare al 26 giugno i ballottaggi (opzione che riguarda soltanto i comuni con più di 15mila abitanti), data evidentemente troppo ‘estiva’ e che potrebbe comportare una drastica riduzione dell’affluenza. Per questa ragione, secondo molti addetti ai lavori, starebbe sempre più guadagnando quota la data di domenica 5 giugno. Tra i municipi al voto, 1.120 appartengono a regioni ordinarie, 191 in quelle speciali. Queste ultime, è bene ricordarlo, hanno la facoltà di andare al voto in date diverse. Novità di rilievo della prossima tornata amministrativa è il debutto di 26 nuovi comuni istituiti nel 2016 attraverso i processi di fusione amministrativa. Urne aperte anche per municipi con oltre 100mila abitanti, tra questi Bolzano, Novara, Ravenna, Rimini, Salerno e Trieste.

Fonte: ANSA

By