Il Plum Village sbarca a Pisa. Buddismo, riflessione e meditazione a MixArt

PISA – Il “buddismo impegnato” di Thich Naht Hanh, il maestro vietnamita animatore dei “Piccoli Corpi di Pace”, il movimento nato a metà anni ’60 in Vietnman e impegnato nella ricostruzione dei villaggi distrutti dalla guerra, e dei monaci di Plum Village, il monastero buddista più grande dell’Occidente con oltre duecento religiosi stabilmente presenti nella comunità fondata nel 1982 in Francia.

Per tutti coloro che volessero saperne di più settimana più giusta proprio non potrebbe esserci: i religiosi, infatti, il prossimo fine settimana saranno a Pisa per un fine settimana lungo e all’insegna della riflessione e della meditazione. Il primo appuntamento è per giovedi 31 marzo (dalle 8.15 alle 14) al centro di MixArt di via Bovio con “Fatti non fummo …”, il ciclo di giornate di studio, giunto alla seconda edizione e promosso da Asl e Società della Salute della Zona Pisana, che si propone di approfondire la relazione tra condizione umana e salute mentale, dove animeranno il seminario di studio dedicato al tema della “consapevolezza”, rivolto agli operatori dei Dipartimenti di Salute Mentale dell’Asl Nord-Ovest (è accreditato Ecm) ma aperto anche alla partecipazione della comunità, agli operatori delle associazioni di volontariato sul territorio, insegnanti e studenti delle scuole superiori di Pisa.

Venerdi 1 aprile, invece, inizierà un ritiro lungo tre giorni di meditazione guidato dai religiosi del monastero di Plum Village che sarà ospitato nel territorio della tenuta di San Rossore (costo 130 euro comprensivi di vitto, alloggio e contributo per i monaci, per informazioni e iscrizioni. fabiolabollini@gmail.com, brondisandra@gmail.com), mentre Domenica 3 aprile è in programma una camminata di meditazione nel territorio del parco guidata dai monaci: ritrovo alle 10 alla Sterpaia (partecipazione gratuita, per info fabiolabollini@gmail.com)

By