Griglia Play-Off Lega Pro. Oggi il campionato finirebbe così…Nerazzurri opposti al Cosenza

PISA – Rispetto a sette giorni fa l’unica variante è costituita, come di consueto, dal Girone C, con il “rientro” nella griglia del Foggia, che sfrutta il successo interno sull’Ischia per “spodestare” la Casertana, imbattuta a Martinafranca, ma l’unica del Gruppo di testa a non conquistare l’intera posta, mentre nella lotta per “le migliori seconde”, il pareggio del Pisa a L’Aquila fa retrocedere i nerazzurri, raggiunti a quota 52 da Bassano e Lecce, dall’essere la migliore seconda a divenirne la peggiore, solo in virtù di una peggiore differenza reti.

Cambiano pertanto – ed in maniera sostanziale – gli “accoppiamenti” dei Quarti, con Pisa e Lecce che si “scambiano” le avversarie (l’Alessandria per i Salentini ed il Cosenza per i toscani …), mentre l’abbinamento tra Pordenone e Maceratese – l’unico a restare invariato – inverte il “fattore campo”, ora passato in favore dei friulani. Tutto invariato, invece, per quanto attiene alla Promozione diretta, con il Cittadella che mantiene le 10 lunghezze di vantaggio sulla seconda e la Spal che, viceversa, incrementa a 6 i punti di distacco sul Pisa, mentre il Benevento mantiene il punto di vantaggio sul Lecce nel Girone C. Restano intatte, infine, le speranze di entrare nella griglia playoff per l’Ancona, che continua il “braccio di ferro” alla pari con l’Alessandria come seconda miglior quarta, rimanendone al momento esclusa solo per la peggior differenza reti.

Direttamente promosse in Serie B:

CITTADELLA – Girone A – 62 punti; SPAL – Girone B – 58 punti e BENEVENTO – Girone C – 53 punti

Accoppiamenti Quarti di Finale: (Gara unica sul campo della miglior classificata ed a cui accedono le tre seconde, le tre terze e le due migliori quarte classificate dei rispettivi gironi – ad oggi esclusa l’Ancona quale peggior quarta con 46 punti)

Gara a) – Lecce – Girone C – 52 punti (miglior seconda, a pari merito con Bassano e Pisa, ma con una miglior differenza reti) – Alessandria – Girone A – 46 punti (peggior quarta, a pari merito con l’Ancona, ma con una migliore differenza reti);

Gara b) – Bassano – Girone A – 52 punti (seconda miglior seconda, a pari merito con il Pisa, ma con una miglior differenza reti) – Foggia – Girone C – 47 punti (miglior quarta, a pari punti con la Casertana, ma in vantaggio nel confronto diretto);

Gara c) – PISA – Girone C – 52 punti (peggior seconda, a pari merito con Lecce e Bassano, ma con una peggior differenza reti) – Cosenza – Girone C – 48 punti (peggior terza);

Gara d) – Pordenone – Girone A – 50 punti (miglior terza) – Maceratese – Girone B – 49 punti (seconda miglior terza).

Accoppiamenti Semifinali: (Gare di andata e ritorno con partita di andata sul campo della peggior classificata alla fine della stagione regolare)

Semifinale 1 – Vincente gara a) (Lecce – Alessandria) c. vincente gara d) (Pordenone – Maceratese);

Semifinale 2 – Vincente gara b) (Bassano – Foggia) c. vincente gara c) (PISA – Cosenza).

E’ evidente come, mancando ancora ben 7 gare alla fine, questi accoppiamenti siano suscettibili di variazioni anche rilevanti nel corso delle prossime settimane (basti pensare al Girone C, dove il Benevento vanta una sola lunghezza di vantaggio sul Lecce od al fatto che le tre “seconde” sono divise solo dalla “differenza reti” a parità di punti …) e noi saremo ben lieti di evitarvi calcoli ed alchimie varie, proponendovi puntualmente, giornata dopo giornata, ogni logico cambiamento prima di arrivare, al prossimo 8 maggio, alla definitiva stesura della “Griglia Playoff” ……

By