La Console Greca Elena Kostantos a Sesta Porta: “Orgogliosa di questo incarico. A breve un progetto Italia-Grecia”. Gattuso il Testimonial

PISA – Il Console Onorario per la Grecia, la pisana, Elena Kostantos ha partecipato alla trasmissione TV “Il Neroazzurro” di Massimo Marini negli studi della Sesta Porta di Via Cesare Battisti. Bella, gentile e disponibile. Abbiamo parlato con lei a tutto tondo dal suo nuovo incarico all’impegno per un progetto sportivo culturale tra Italia e Grecia che vedrà quasi sicuramente come testimonial l’allenatore del Pisa 1909 Rino Gattuso.

di Antonio Tognoli

image

CHI E’ ELENA KOSTANTOS. Elena Kostanros, pisana, (nella foto con Giorgios Makris – Giorgio Tognetti) originaria della Macedonia e’ molto conosciuta in città, soprattutto per il suo impegno nei settori dello spettacolo e della cultura e le sue non poche affermazioni in campo sportivo (si è classificata al terzo posto alla Maratona Internazionale di Salonicco nel 2012). Ha ricevuto la nomina a metà dicembre del 2015 presso l’ambasciata ellenica a Roma, durante la cerimonia del giuramento di fronte all’Ambasciatore, Temistokles Demiris. Il padre Ioannis Kostantos e’ un noto omeopata, la madre Ernesta e’ di Roma. Elena si è laureata in Scienze Politiche nel nostro Ateneo, subentra al console uscente GianGiacomo Panessa.

Elena, sei contenta di questo tuo nuovo ruolo di prestigio come Console greco?

“Molto contenta e onorata di questa carica, da novembre sono console onorario della Grecia a Livorno. Il 20 novembre ho fatto il giuramento all’ambasciata greca. È una carica che mi inorgoglisce”.

La tua mansione che cosa prevede?

“La mia mansione prevede un appoggio a livello amministrativo per i cittadini greci in transito e per quelli che risiedono in città. La missione del Console e’ quella di instaurare cooperazione e collaborazione tra Italia e Grecia. Questa è una cosa che mi sta molto a cuore io vivo di ideali e se non li avessi avuti non avrei potuto raggiungere questo incarico che vivrò al massimo dando il meglio di me per assistere i cittadini greci”.

Raccontaci un po’ della tua vita…

“Sono nata e vissuta a Pisa sono laureata in scienze politiche a Pisa ma vivo da cinque anni a Livorno, mio padre mi ha fatto sempre avere la Grecia vicino nonostante abitasse qua in Italia, ho fatto parte dell’associazione studenti greci della comunità greca e sin da ragazzina ho studiato in modo approfondita la Grecia. Sono macedone e sono nato vicino al paese di Alessandro il Grande. Porto la Grecia nel cuore”.

Da quando eri ragazzina sei sempre stata una vera sportiva e anche un atleta…

“Lo sport mi ha sempre affascinato ed in particolare l’atletica. Corro da quando ero ragazzina, ho iniziato a gareggiare dal liceo 20 anni fa, poi ho smesso per tantissimi anni e ho ripreso per caso. Adesso mi segue un tecnico, Luigi Principato, ci tengo a menzionarlo. Tutto ad un tratto ho riscoperto le mie potenzialità. Adesso il mio obiettivo è gareggiare per la squadra greca agli Europei di atletica nel 2017”.

Elena ed il calcio come progetto aggregativo. Ci sono delle idee per il futuro Italia-Grecia?

“Il calcio e’ un grande veicolo di aggregazione per eccellenza, spero che continui ad esserci quel rapporto autentico perché quando c’è quello diventa quasi seducente. In cantiere abbiamo un bel progetto tra Italia e Grecia. Un progetto che è in cantiere e che tra poco sarà presentato, che prevede uno scambio culturale e sportivo tra Italia e Grecia ma non solo perché ci sarà spazio anche per il sociale e il testimonial di tutto questo potrebbe essere l’allenatore del Pisa Gennaro Gattuso che conosce bene la realtà greca avendola vissuta da vicino. Ne stiamo parlando già da qualche mese con il Pisa ed in particolare con il vicepresidente Freggia ed il Dg Lucchesi”.

By