Trasporto pubblico, Antoni (M5S):”Quant’è costato il ricorso e l’appello contro la sentenza del Consiglio di Stato dichiarato poi improcedibile?”

PISA – “Quant’è è costato il ricorso e l’appello contro la sentenza del Consiglio di Stato dichiarato poi improcedibile?” A questa domanda (qui sotto il testo della interrogazione) della consigliera Valeria Antoni (M5S) gli risponde l’assessore alla mobilità urbana, Giuseppe Forte

“Occorre precisare – così scrive Forte, in allegato il testo – che la richiamata sentenza del Consiglio di Stato dichiara l’appello di MOBIT improcedibile conseguentemente all’istanza per sopravvenuta carenza di interesse inoltrata da MOBIT stessa. Nel testo della sentenza si legge: “Con atto depositato in data 23.12.2015 le appellanti hanno rappresentato che successivamente al deposito della sentenza in questione [quella del TAR – ndr], esse hanno formulato la propria offerta la quale, all’esito della valutazione, è stata collocata al secondo posto della graduatoria provvisoria. Pertanto le società appellanti hanno rappresentato la sopravvenuta carenza di interesse all’ulteriore coltivazione del ricorso in appello riservandosi invece di proporre impugnativa avverso gli atti di aggiudicazione. Per tali ragioni il ricorso in epigrafe deve essere dichiarato improcedibile”. Infatti, dietro precise e opportune valutazioni di natura tecnico-procedurale, il pool di legali in supporto a MOBIT, e dunque anche a CTT Nord, ha suggerito di interrompere l’iter giudiziale intrapreso in considerazione dei successivi sviluppi della gara regionale. In merito alla richiesta – conclude Forte – posto il quesito nelle sedi opportune, CTT Nord ha specificato che l’appello al Consiglio di Stato, poi ritirato, non ha prodotto onorari aggiuntivi a favore dei legali incaricati rispetto a quelli già preventivati sin dall’avvio dell’iter giudiziale, intrapreso per la tutela e la salvaguardia della continuità aziendale, essendo come noto, la partecipazione alla gara regionale, la principale e fondamentale iniziativa gestionale e strategica di CTT Nord”.

I N T E R R O G A Z I O N E – Oggetto: SVILUPPI DELLA GARA REGIONALE DEL TPL. La sottoscritta Valeria Antoni, Consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, vista la sentenza del Consiglio di Stato in merito all’avviso di gara pubblicato dalla Regione Toscana sulla gara regione del TPL presentata dal Mobit, di cui Ctt Nord fa parte; considerato che prima della sentenza del Consiglio di Stato c’è stato il ricorso al tribunale amministrativo che ha rigettato il ricorso;
preso atto che la sentenza dichiara il ricorso IMPROCEDIBILE per sopravvenuta carenza di interessi e condanna Mobit al pagamento delle spese; interroga codesta Amministrazione per conoscere l’entità delle spese inerenti il ricorso oltre che all’appello, chiede di avere copia delle notule di pagamento agli studi che hanno consigliato questa mossa e il successivo ricorso.

By