Toscana Aeroporti. Gli utili aumentano con lo sfruttamento degli appalti

PISA – Oggi davanti all’aeroporto Galilei si è svolta un Assemblea presidio da parte dei Cobas che hanno inoltrato il seguente comunicato. Riceviamo e pubblichiamo.

Toscana Aeroporti S.p.A. è la società che gestisce gli scali aeroportuali di Firenze e Pisa, nata il 1° giugno 2015 dalla fusione di AdF – Aeroporto di Firenze S.p.A. (società di gestione dello scalo A. Vespucci di Firenze) e SAT – Società Aeroporto Toscano S.p.A. (società di gestione dello scalo G. Galilei di Pisa).

Toscana Aeroporti è una società che fa sistematico uso degli appalti: alcuni come quelli del facchinaggio, delle pulizie e della refezione impiegano qualche centinaio di lavoratori e lavoratrici. Gli obiettivi della società sono ambiziosi e il raggiungimento di oltre 160 frequenze giornaliere tra cargo e voli di varia natura determina un utile ragguardevole. A dare un grosso contributo ai profitti societari ha un posto importante lo sfruttamento dei lavoratori degli appalti, per lo più con contratti part-time ed economicamente svantaggiosi.

Non esistono normative in materia di lavoro che obblighino le aziende pubbliche e private a bandire appalti che vincolino le aziende appaltatrici a adottare un determinato contratto nazionale di lavoro.
Così gli appalti sono impostati in modo tale da prevedere condizioni contrattuali e lavorative di gran lunga peggiori di quelle esistenti nella committenza.Gli appalti sono un affare non solo per le ditte appaltatrici, ma anche per la committenza, che scarica sugli appalti stessi una gestione del lavoro al ribasso, con poche tutele, bassi salari, carichi di lavoro sempre meno sostenibili.

La presenza dei Cobas negli appalti del “Galilei “ vuole richiamare l’attenzione sugli appalti di facchinaggio: mentre aumentano i voli e i passeggeri e crescono gli utili per Toscana Aeroporti, i salari di chi lavora sono ridotti ai minimi termini, le innovazioni lavorative si tramutano in aumento dei carichi di lavoro, prevale la logica di stipulare contratti di assunzione di poche ore per molti lavoratori. Serve più personale, aumento delle ore dei singoli contratti individuali, un contratto nazionale più favorevole di quello del Multiservizi adottato dalle ditte del “Galilei”, organici quantitativamente adeguati allo svolgimento del lavoro richiesto. Questa è una rivendicazione che deve essere rivolta non solo agli appaltatori, ma anche a Toscana Aeroporti, che sta facendo affari sulla pelle dei lavoratori e delle lavoratrici, imponendo loro tempi e ritmi di lavoro ormai devastanti.

Cobas Lavoro Privato Pisa- Cobas Pisa

By