Pisa – Doha. Dall’aeroporto pisano collegamento diretto con il Quatar le reazioni politico-istituzionali

PISA – In occasione dell’ I TB, a Berlino, il Group Chief Executive Officer di Qatar Airways, Sua Eccellenza Akbar Al Baker ha annunciato la nuova rotta italiana su Pisa, operativa da agosto 2016.

Se il 2015 ha visto il potenziamento delle rotte italiane esistenti, con un’incremento di capacità del 35% e l’introduzione di nuovi aeromobili, Qatar Airways nel 2016 rafforza la sua presenza sul mercato italiano con l’apertura di un nuovo gateaway, Pisa. La nuova rotta Pisa — Doha entrerà in vigore da agosto 2016 con un servizio giornaliero operato con l’Airbus A320 e arricchirà il network globale della compagnia, permettendo ai suoi passeggeri di benificiare di una nuova destinazione in Italia. Questo consentirà di collegare la Toscana all’ampio network di Qatar Airways, che tramite il suo hub a Doha, raggiunge oltre 150 destinazioni business come Singapore, Cina, Qatar, Pakistan e Filippine e leisure: Australia, Thailandia, Giappone, Maldive, India, Sri Lanka, Indonesia, Malesia e Vietnam. “Dopo un anno di grandi successi, Qatar Airways ha segnato un altro significativo milestone, sottolineando così l’importanza del mercato italiano. Siamo lieti di offrire a un maggior numero di passeggeri la possibilità di volare, insieme a noi, verso le oltre 150 destinazioni del newtork, aiutandoli così a realizzare le loro ambizioni personali e lavorative. Non vediamo l’ora di iniziare il nostro rapporto di cooperazione con Toscana Aeroporti S.p.A. siamo sicuri che l’introduzione della nuova rotta consentirà ai nostri passeggeri internazionali di visitare la famosa città, nota per la sua ricchezza storico culturale”, ha dichiarato Morena Bronzetti – Qatar Airways Country Manager per Italia, Malta e Svizzera. “L’arrivo in Toscana di una delle compagnie aeree più importanti al mondo”, ha dichiarato Marco Carrai, Presidente di Toscana Aeroporti “è per noi la migliore delle conferme del successo dell’operazione Toscana Aeroporti. Per la prima volta il sistema di Pisa e Firenze sarà collegato direttamente con l’hub qatarino, dopo mesi di trattative ed incontri siamo riusciti a portare a casa un gran risultato, che sicuramente aprirà la strada a nuovi sviluppi. Rimaniamo sempre più convinti che Toscana Aeroporti riuscirà ad imporsi come modello vincente nel panorama del mercato aeroportuale europeo”. In soli 19 anni di attività, Qatar Airways ha raggiunto rapidamente i principali mercati mondiali facendo il suo ingresso nel mercato italiano nel 2002, con l’apertura di Milano Malpensa, dal 2004 ha avviato le operazioni da Roma Fiumicino e nel 2011 da Venezia Marco Polo. Le cinque attuali frequenze giornaliere, due da Milano e Roma e una da Venezia, arriveranno a sei con l’aggiunta di Pisa ad agosto 2016, raggiungendo così un totale di 42 collegamenti settimanali dall’Italia.

LE PAROLE DI ROSSI. “Grazie al sistema aeroportuale toscano, nato dalla fusione degli aeroporti di Firenze e Pisa, la Toscana è più forte nel mondo e si inserisce in nuove rotte intercontinentali”. Così il presidente della Toscana Enrico Rossi ha commentato la notizia dell’istituzione del volo giornaliero Pisa-Doha della Qatar Airways, che partirà dal prossimo 2 agosto. “Questo volo conferma l’assoluta importanza strategica della nascita del polo aeroportuale toscano – ha aggiunto Rossi – Partendo dalla Toscana, con un solo scalo, sarà possibile raggiungere l’estremo oriente, comprese molte zone interne della Cina. Questo volo, assieme a quello verso New York, incardina la Toscana, l’Italia centrale e l’intera penisola nel corridoio aereo più importante del mondo e ci mette in rete con i due hub più strategici dell’oceano Atlantico e dell’oceano Indiano”. “Il Qatar è oggi una delle realta più dinamiche e in crescita al mondo – prosegue il presidente – ed è sede di una delle Università più moderne e attive nel globo per capacità di attrazione delle eccellenze mondiali della ricerca in tutti i campi. Un campus expo, in cui tutte le Università del mondo possono insediare le loro sedi, come hanno fatto nel giro di pochi annii migliori atenei inglesi. Senza dubbio si tratta di un’importantissima opportunità di relazione, resa oggi più concreta proprio grazie al sitema aeroportuale toscano”. “Rivolgo un sincero apprezzamento – ha concluso Rossi – al presidente di Toscana Aeroporti, Marco Carrai, e all’amministratore delegato, Gina Giani, per questo risultato raggiunto”.

LA SODDISFAZIONE DI FILIPPESCHI. E’ un altro salto di qualità. Dà prestigio internazionale al Galilei e avvicina la Toscana ad un centro importante per gli scambi economici e per i collegamenti aerei intercontinentali, con l’Asia e tutto il Medioriente. Teniamo la tabella di marcia della crescita e degli obiettivi strategici. Chi dà per normali questi successi non si rende conto di quanto lavoro di promozione commerciale e di relazioni di alto livello servano per ottenerli. Il riconoscimento della città ai vertici di Toscana Aeroporti è dovuto e sentito”. Così il sindaco di Pisa Marco Filippeschi commenta l’annuncio dato oggi dal Chief Executive della Qatar Airways Akbar Al Baker e dalla società Toscana Aeroporti, con il presidente Marco Carrai, del nuovo collegamento dell’aeroporto Galileo Galilei di Pisa con la capitale dell’emirato Doha. “Il Qatar era un obiettivo dichiarato. E’ stato centrato, con un collegamento giornaliero. Ora altre operazioni strategiche sono in cantiere. Poi a settembre si avvia il cantiere per il potenziamento e la modernizzazione della stazione passeggeri. E’ un nuovo investimento da 40 milioni di euro – sottolinea Filippeschi – accelerato e rinforzato dalle scelte della società unica. Nuovo terminal cargo, allungamento delle piste, delocalizzazione del borgo di via Cariola, navetta people mover, potenziamento dei parcheggi, progetto della Cittadella Aeroportuale: quello che si è fatto in pochi anni per il Galilei non ha precedenti e ha pochi confronti. La garanzia di crescita sono gli investimenti e le innovazioni, non le chiacchiere. L’aeroporto di Pisa è un punto di forza del sistema aeroportuale nazionale”. “La Toscana costiera deve dare slancio alla sua ricchezza, che sono beni culturali e patrimonio naturale, turismo, alta formazione e ricerca, aziende hi-tech e di settori trainanti. Aeroporto e porto commerciale sono hub fondamentali per il nostro futuro. Per fare sistema con Firenze, in un’unica area metropolitana di dimensione europea, ora serve migliorare e velocizzare i collegamenti ferroviari – aggiunge Filippeschi – per la piena integrazione aeroportuale e per collegare le città costiere all’alta velocità. Sarà il principale impegno dei prossimi mesi”.

LE PAROLE DI MAZZEO (PD): “Sarà una porta importante verso l’Asia” “L’annuncio che l’aeroporto Galilei di Pisa sarà collegato da agosto con lo scalo di Doha, in Qatar, è una splendida notizia per tutto il territorio pisano, per la costa e per l’intera regione. E’ il segno più evidente che il sistema aeroportuale toscano, nato dalla fusione dei due scali, può dare i suoi frutti e permettere di aprire nuove prospettive per lo sviluppo dell’aeroporto e della città di Pisa. Se ne dovranno fare una ragione i catastrofisti che demonizzavano la fusione come un progressivo depotenziamento del Galilei. I fatti di oggi parlano chiaramente di un processo di sviluppo che va avanti e di un potenziamento dello scalo attraverso nuove rotte che permetteranno per la prima volta di raggiungere da Pisa oltre 150 destinazioni business in Asia proprio tramite l’hub di Doha. E’ bene poi ricordare che il Qatar fa ormai parte di quelle destinazioni prestigiose, che rappresentano mete importanti sia per i viaggi di lavoro sia per quelli di piacere; l’apertura di questo nuovo collegamento significa dunque una doppia grande opportunità per la Toscana, sia da un punto di vista turistico sia da un punto di vista di affari e di attrazione di investimenti. Si tratta, insomma, di una vera e propria porta diretta verso l’oriente che mancava alla nostra regione e che rappresenta, nell’ottica della gestione integrata dei trasporti, un’occasione unica per tutto il territorio toscano”. Così Antonio Mazzeo consigliere regionale PD e presidente della commissione per il rilancio della Toscana Costiera, commenta la notizia data dall’amministratore delegato di Qatar Airways, Akbar Al Baker, in occasione della fiera Itb di Berlino sulla nuova rotta.

LA SODDISFAZIONE DI CORPORACION AMERICA ITALIA Corporacion America Italia esprime grande soddisfazione per l’avvio del nuovo collegamento Pisa-Doha che sarà operato a partire da agosto 2016 da Qatar Airways e si complimenta con il management per l’eccezionale lavoro di squadra che ha reso possibile il raggiungimento di tale risultato. Il collegamento con il Qatar permetterà a Toscana Aeroporti di aprire una nuova rotta intercontinentale dopo New York collegando la Toscana all’ampio network garantito dalle oltre 150 destinazioni servite dall’hub di Doha. L’annuncio odierno è la migliore dimostrazione della validità strategica del Sistema Aeroportuale Pisa-Firenze quale modello più idoneo per collegare la Toscana al resto del mondo.

By