Arpat precisa: “Saint Gobain non ha superato nessun limite di emissione in atmosfera”

PISA – In merito all’ARPATnews Emissioni industriali: attività di controllo di ARPAT, nella quale si fornivano informazioni riguardo agli esiti delle verifiche effettuate dall’Agenzia presso l’installazione pisana della Saint Gobain Glass SpA, si ritiene di fornire alcune precisazioni, in quanto i contenuti del suddetto articolo sono stati mal interpretati da alcuni organi di informazione.

In particolare si precisa che nel corso di dell’attività di controllo ARPAT sul camino E11 dello stabilimento Saint Gobain, non si è rilevato alcun superamento del valore limite di emissione in atmosfera per gli ossidi di azoto (NOx), come stabilito dalla Autorizzazione Integrata Ambientale vigente.

L’accertamento effettuato da ARPAT con più strumenti in parallelo, della presenza di NO2 (biossido di azoto) superiore al 5%, nella miscela di NOx emessa da tale camino, ha determinato la necessità di prevedere, oltre al sensore di ossido di azoto (già esistente), anche uno relativo alla misura in continuo di biossido di azoto, in accordo a quanto riportato nella normativa nazionale in materia (par. 3.9 dell’Allegato VI, parte Quinta del D. Lgs. 152/06 e s.m.i.).

La Ditta ha già provveduto, prima della scadenza di fine febbraio imposta dalla nuova Determina provinciale, a dotarsi di tale strumento.

By