Referendum sulla Moschea a Porta a Lucca. Presentato dal Comitato #noMoschea un nuovo quesito

PISA – Presentato questa mattina dal Comitato “#noMoschea” un nuovo quesito referendario.

Come si ricorderà, il Comitato dei garanti del Comune di Pisa, l’organo nominato dal Consiglio Comunale che dovrà decidere sull’ammissibilità dello stesso referendum e il “Comitato #noMoschea, concordarono, dopo un incontro avvenuto in Comune lo scorso 10 febbraio – per il Comitato erano presenti Luca Cuccu e Gennaro Marcone – che il quesito referendario doveva essere riformulato perché, ad esempio, era stata riscontrata “una incongruenza tra il contenuto della relazione illustrativa, e quindi le ragioni della presentazione del quesito, e la sua formulazione”. Ecco, qui di seguito, il nuovo quesito referendario.

“Preso atto dell’attuale destinazione d’uso della particella 443 apparentata dal Catasto dei terreni del Comune di Pisa nel foglio 11 approvata con delibera del Consiglio Comunale n.11 del 4/4/2013;
al fine di migliorare la città dal punto di vista della sostenibilità ambientale, urbanistico, sociale ed economica; Volete voi che al fine di conseguire l’obiettivio di cui sopra la destinazione d’uso di tale particella sia variata dall’attuale in verde privato?”. Su questa nuova versione il Comitato dei Garanti si esprimerà, entro venti giorni, così come previsto dall’ art. 57, 1° comma, del vigente Statuto del Comune ne di Pisa. Il Comitato dei garanti è stato nominato dal Consiglio Comunale lo scorso 14 gennaio ed è composto dall’ex magistrato Dania Del Rosso, dall’avvocato Nicola Pignatelli e dal docente universitario Marco Romboli. Dania Del Rosso svolge, come previsto dal Regolamento , le funzioni di Presidente del Comitato dei garanti stesso. Tutti i membri del Comitato dei garanti svolgono le loro funzioni a titolo gratuito e rimarranno in carica fino al termine della legislatura.

Nella foto da sinistra, Ranieri Del Torto, Presidente del Consiglio Comunale, il professore Marco Romboli, la dottoressa Dania Del Rosso, l’avvocato Nicola Pignatelli, Riccardo Buscemi, vicepresidente del Consiglio Comunale e Pietro Pescatore, dirigente del Comune di Pisa.

 

By