Toscana Aeroporti. Monni, Gazzetti, Spinelli (PD): “Aprire subito un tavolo istituzionale con azienda e sindacati per la salvaguardia dei posti di lavoro”

PISA – Aprire il prima possibile un tavolo istituzionale con l’azienda e le organizzazioni sindacali per capire quali siano le scelte strategiche di Toscana Aeroporti S.p.A..

E attivarne anche uno specifico con l’azienda aggiudicataria dell’appalto del servizio stivaggio dei bagagli per approfondire la situazione dei lavoratori che svolgevano la medesima funzione. E’ quanto chiedono alla giunta nell’interrogazione appena depositata la vice capogruppo del Pd in Regione Monia Monni insieme ai consiglieri Francesco Gazzetti e Serena Spinelli. L’atto riguarda la situazione dei lavoratori di Toscana Aeroporti che ieri hanno scioperato negli scali di Firenze e Pisa per chiedere un confronto sulle stabilizzazioni.

“Non solo è importante e doveroso – commentano Monni, Gazzetti e Spinelli- porre molta attenzione a questioni di questo genere, ma è anche necessario intraprendere un’azione politica forte e decisa da parte della Regione per la tutela dei lavoratori e per comprendere quali siano le scelte strategiche che riguarderanno il sistema aeroportuale toscano nel suo complesso”. Nell’interrogazione si specifica che l’azienda ha annunciato la messa a gara del servizio di stivaggio dei bagagli che quindi risulterebbe esternalizzato e che sarebbero a rischio, a detta dei sindacati, 48 dipendenti. “La perdita del posto di lavoro- concludono Monni, Gazzetti e Spinelli- potrà comportare un inevitabile impatto drammatico sulle famiglie che si troverebbero a fare i conti con il mancato reddito che l’attività lavorativa garantiva. E’ quindi importante fare il possibile per garantire stabilità ai lavoratori”

By